mercoledì 22 dicembre 2021

Il mio "Come chi non si arrende mai" si chiama Ivan Camurri. Alè Ragazzo, forza Barba Nera!

"Come chi non si arrende mai". E' una frase a forte impatto social, una di quelle che tornano utili, quando si vuol infondere sicurezza e mostrare un piglio, un ottimismo in una situazione complicata, ma anche instillare determinazione tra gli sportivi.

"Come chi non si arrende mai". E' bellissima, perfetta, motivante, una di quelle icone che potremmo anche trovare scritte sulle nostre agende, parole magari riportate in un momento di sconforto a inizio anno in una pagina a caso, per ritrovarsela a sorpresa in un giorno x, quello in cui quelle parole potranno prendere davvero forma ed essere calzanti e di aiuto. 

"Come chi non si arrende mai". Come tutti i tormentoni perde di efficacia quando, anzichè essere una pillola occasionale, diventa parte della quotidianità. "Come chi non si arrende mai"... "sì, vabbeh" è l'associazione che d'istinto suvviene quando la si legge.

Il mio "Come chi non si arrende mai" ha, invece, una forma ben precisa, anzi ha le connotazioni di un essere umano, di un runner, di un amante delle montagne, di un marito, di un papà che lotta come un gladiatore nell'arena. Il mio "Come chi non si arrende mai" si chiama Ivan Camurri.  

3 anni terribili alle spalle. La leucemia, il trapianto di midollo, il Covid, la Tubercolosi e il ritorno alla normalità, quella che proprio ieri celebravo in queste ore su Bio Correndo. A maggio di quest'anno il piacere di raccontare il suo momento di sollievo dopo un calvario terribile. Un percorso che avrebbe steso chiunque, minandone prima che il fisico la psiche. Non Ivan, non la sua Agnese.

Sui suoi canali social, oltre al bellissimo piccolo Francesco, sono ricomparse immagini di montagna, di escursioni, di giornate che erano tornate a respirare di VITA! Inciampare su IG su barba_nera era ed è un inno a godersi ogni istante. A fermarsi quando un momento sfuggente può essere cristallizzato. Ecco barba_nera può essere benissimo il nome di un capitano di vascello che con coraggio porta la sua ciurma alla conquista di una nuova terra o porta a destinazione un carico importante.

Quella destinazione ora è ancora una volta un luogo metafisico che prende il nome di salute e noi siamo i suoi marinai, quelli che con il pensiero gli stanno vicino, che aspettano buone nuove che senza retorica, non passano giorno che non pensino a Ivan, al Capitano che con il suo coraggio, la sua infinita ed estenuante dose di positività instilla in noi tranquillità, quella che forse dovremmo essere noi a dare a lui. 

Nelle settimane scorse ha subito un nuovo ricovero, questa volta per un problema al cuore, qualcosa non va ed è stato lui ad annuncialo 3 giorni fa:

Mi hanno ricoverato il 9 novembre per qualcosa che sembrava risolvibile in pochi giorni. Dopo 40 giorni so che ho una massa nel cuore ma non so ancora contro cosa dovrò combattere.
Nei prossimi giorni sarò sottoposto ad una operazione a cuore aperto per prelevare un campione di questa massa. Lo ammetto sono spaventato, ma sono anche fiducioso, dai figa non posso mica andarmene in una banale sala operatoria!! 😜
Cercherò di fare un post dopo l’operazione per dire che è andato tutto bene, sempre che non sia fatto come un drago e non abbia più l’uso del pollice opponibile!! 😅 vorrei solo dire alla sfiga che è stato bello essere il suo uomo immagine per questi 3 anni, ma ora vorrei la rescissione del contratto!! 🤦🏻‍♂️
Vi voglio bene ragazzi, ci vediamo presto, altrimenti ci vedremo più avanti!!
😊👍🏻🤞🏻💪🏻

Ieri, dopo l'intervento un saluto a tutti, con il solito sorriso, con sempre al suo fianco Agnese, la loro forza è davvero di esempio. In un mondo di iperbole ed esagerazioni fermiamoci anche a pensare alle parole che su di loro sono vere e mai artefatte, fermiamoci anche nella frenesie delle nostre vite per dedicare un pensiero a Ivan e alla sua straordinaria famiglia.

Ieri sera, dopo l'intervento:

Survivor!!! Non vi risponderò subito perché sono a pezzi, ma almeno sapete che sto bene!! Grazie a tutti per la vicinanza e grazie a quella donna immensa di mia moglie senza la quale sarei perso nell’oblio!! Ti amo piccola e voglio bene a tutti voi!! 😍👍🏻💪🏻❤️

Forza Barba Nera!

2 commenti:

  1. Grande! Mi confermi quello che ogni giorno continuo a dirmi: "Non ho diritto a lamentarmi".

    RispondiElimina