domenica 16 febbraio 2020

Shock per la scomparsa di Gianni Murgia. A noi tutti il compito di tenerlo in un posto speciale nei nostri ricordi.

Giornata stranamente di amarcord. In un sol colpo e in una sola mattinata ho vissuto il mio recente passata.
Questa mattina la presenza a Verbania per il cross a Villa Maioli. Territorio in cui ho vissuto da fine 1999 ad inizio 2005. A fine mattinata invece la tragica notizia della scomparsa di Giovanni Murgia.

Chi era Giovanni Murgia? Innanzitutto era per tutti Gianni e per me è stato il primo "spacciatore" di attrezzature podistiche. Il suo negozio si affacciava su un giardino pubblico di Oristano. Giocasport il nome. Un luogo di ritrovo per i runner non solo per fare acquisti. Quante volte sono passato per un saluto? Quante volte mi sono affacciato per sapere le novità di casa Asics? Ecco. Proprio da lui acquistai il primo paio di scarpe per correre. Non sapevo nulla, non avevo nemmeno idea di quali differenze ci fossero tra una calzatura ed un'altra. Il peso? Il drop? Le sensazione che avrei avuto? Tutti fattori a me sconosciuti in quel lontano 2006. Ricordo però che la prima calzata fu con le Cumulus. "Questa è la scarpa per te", disse dopo avermela vista ai piedi e fatto qualche passo.

Gianni era un amico di tutti. Mai una parola fuori posto, ma nemmeno con il tono della voce che al limite cambiava per una esclamazione e il suo creare empatia con chi aveva di fronte non era una captatio benevolentia con i clienti, ma il suo modo di essere.

Quando entravi in negozio se avevi corso la domenica sapeva come ti eri piazzato, all'epoca il calendario era uno solo per tutta la Sardegna e c'era una gara sola; quasi esclusivamente la domenica. "Eeeee sai andato forte ieri a....". Quante volte me l'avrà detto? Quante volte abbiamo avuto una parola di sostegno o professionale per la sua attività?

Era anche uno di noi, vestiva i colori del Marathon Club Oristano. Questa mattina Gianni durante un'uscita in bicicletta sul Monte Arci ha avuto un malore, fatale. Mancherà al popolo podistico, mancherà a me che l'ho conosciuto e voluto bene come si vuole ad un amico. Avrebbe compiuto 65 anni il 1° marzo e a noi tutti il compito di tenerlo in un posto speciale nei nostri ricordi.

Ciao Gianni...




1 commento:

  1. ho avuto il piacere di conoscerlo e quanto hai detto di lui corrisponde al vero!E'capitato piu' volte di entrare nel suo negozio solo x suggerimenti ed informazioni su eventuali acquisti e di uscire solo con le idee piu' chiare senza acquisti...e lui sempre gentile e disponibile!!!Mi spiace enormemente!

    RispondiElimina